Main content

Salvo Fundarotto uno scatto per Jose Luis Borges

palermo shots 6 20140312 1588920321

A qualche anno dalla scomparsa mi tornano alla mente alcuni scatti di Salvo Fundarotto. Qui, in questo ritratto  Jorge Luis Borges raccontato in un una sola fotografia dal fotografo palermitano.

Borghes nato nel Barrio Palermo a Buenos Aires ma ritornato alle origini dell'altra Palermo quando, nel marzo del 1984, il grande scrittore argentino fu insignito della "Rosa d'oro", premio istituito dalla casa editrice palermitana Novecento.

da http://ricerca.repubblica.it di Agostino Spataro

«Ricordo che Borges era molto contento di andare in Sicilia. Per lui era una sorta di viaggio iniziatico alla scoperta di Palermo, la città da cui si origina il nome del suo barrio natale, e dell'Isola di Omero e dei filosofi greci a lui tanti familiari, fin da bambino». Così Maria Kodama, vedova di Jorge Luis Borges, parla del loro viaggio a Palermo nel marzo del 1984 dove il grande scrittore argentino fu insignito della "Rosa d'oro", premio istituito dalla casa editrice palermitana Novecento.
[...] «Il nome di Palermo gli ricordava il suo amato barrio natale, nel quale visse la sua infanzia, dove - come scrive nella "Fundacion mitica di Buenos Aires" - è nata la città. Per Borges, Buenos Aires non è nata a la Boca, ma a Palermo». La controversia ormai è chiarita giacché la Palermo di Buenos Aires prende il nome da Juan Dominguez, uomo d'affari di Palermo, che nel 1582 si trasferì dalla Sicilia alle rive del rio de la Plata. «I templi li ri-conosceva attraverso gli scritti dei filosofi dell'antichità. Ha insistito per visitare le rovine di Agrigento, la patria di Empedocle, e di Selinunte.
Mentre accarezzava le colonne mi chiese di leggergli qualche brano di Omero... Così Borges vedeva».

Foto di Salvo Fundarotto

La pulizia del sensore

[da  http://www.fotografiaprofessionale.it/la-pulizia-del-sensore-che-fa-tanta-paura ]

Quando si parla di pulizia del sensore della macchina fotografica tutti iniziano a rabbrividire! Tutti hanno paura a farlo da soli… Oggi con questo articolo un po’ insolito, sotto forma di video, voglio presentarti un prodotto eccezionale per la pulizia del sensore e, allo stesso tempo, eliminare ogni dubbio sulla presunta pericolosità insita nella pulizia.

Cinema, musica e arte: in scena lo "Sciacca Film Fest"

Una nona edizione fra arte, cinematografia e creatività: torna dal 17 al 28 agosto lo "Sciacca Film Fest", con appuntamenti di spicco, mostre, workshop e grandi ospiti
Cortometraggi, film e non solo. Lo "Sciacca Film Fest" torna fra cinema, arte, mostre e multimedialità per dodici giorni di intrattenimento e approfondimento: appuntamento a Sciacca da mercoledì 17 a domenica 28 agosto, all'interno del Multisala Badia Grande (piazza Gerardo Noceto 67). Il costo del ticket d'ingresso è di 6 euro.
Una nona edizione fitta (visualizza il programma) che presenta una nuova formula: la prima parte del festival sarà infatti dedicata alla formazione, a partire dalla Bill Summer School che dal 17 al 20 agosto alle ore 17 tratterà i temi della comunicazione globale.
La seconda parte del festival sarà invece dedicata al concorso: cinque lungometraggi, sedici cortometraggi e quattordici documentari gareggeranno e verranno proiettati a partire da martedì 23 agosto, con la consueta divisione in blocchi.
Sono previsti diversi graditi ritorni il contest "Instant Movie", che racconterà Sciacca con un corto girato in sole 72 ore, e gli incontri con gli autori con nomi di spicco fra cui Giuseppe Di Bernardo, Roberto Andò, Raimondo Crociani e Maria Sole Tognazzi, cui è dedicata una retrospettiva venerdì 26 agosto, alle ore 21.
E ancora si farà focus sui libri con la sezione "Letterando in Fest", che come di consueto prevede presentazioni di testi, incontri con gli autori e focus su alcuni libri strettamente connessi alle tematiche attuali. Spazio, quest'anno, anche alla musica classica, con la rassegna "Sciacca Classic Fest", realizzata in collaborazione con il Conservatorio di Trapani.
Il festival comprende anche un omaggio a Ettore Scola, con mostre, proiezioni e una chiacchierata, giovedì 18 agosto, con lo stesso regista, Pif, Paola e Silvia Scola. Per lo Spazio Arena sarà presente anche una sezione dedicata ai grandi film americani - "The Americans" - italiani - "The Italians" - e in lingua originale con film provenienti dal mondo arabo.
Riflettori accesi anche sul indipendente italiano, con quattro nuove produzioni presentate da Gianluca Arcopinto, al cinema 3D e al cinema horror. Dodici giorni densi, dunque, che non risparmieranno ai visitatori alcun tipo di emozione.
Quelli da noi riportati sono solo alcuni degli appuntamenti previsti: per maggiori informazioni è possibile consultare il programma dello "Sciacca Film Fest".

Profondità di Campo

prof camp1Curiosando sul sito www.fotografia.it ho trovato questo tool molto interessante sulla profondità di campo. L'uso è molto semplice dato che si possono impostare i valori della propria macchina fotografica e dell'obiettivo. 

Stabilita la focale ed il diaframma è quindi facilmente calcolabile la profondità del campo. In fotografia, la profondità di campo rappresenta la zona in cui gli oggetti nell'immagine appaiono ancora nitidi e sufficientemente focalizzati, nonostante il piano a fuoco sia uno soltanto. Spesso viene abbreviata con l'acronimo PdC (o DoF dall'inglese Depth of Field) ed è nota anche come profondità di campo nitido.

Oggi con gli obiettivi basati sulla ripresa digitale non è più in uso la ghiera sicuramente molto più rapida ed intuitiva.

In questa immagine il diaframma è a 2.8, il soggetto a fuoco a 5m, la profondità di campo tra 4.5 e 6-7m. Se il diaframma fosse stato 16 allora il campo si sarebbe esteso tra 2.7m e infinito.

Oggi queste ghiere non sono più stampate sugli obiettivi ma uno studio distanza-diaframma-punto di fuoco resta sempre di fondamentale importanza per ogni fotografo che vuole utilizzare tecnica Bokeh al campo lungo.

> fai clic qui per usare questo tool

Comprare attrezzatura per corrispondenza

CONCORSO SETTEMBRE

Ho comprato una Nikon D800 presso Fornitureconti.it, semplice rapido ed economico. Dopo il bonifico ho contattato il servizio clienti e mi è stato fornito il numero di spedizione per tracciare il pacco. Comunicazione con una signora disponibile e gentile. Confezione professionale ed accurata arrivata nei tempi previsti per telefono dall'operatrice. Ho consigliato di acquistare presso Fornitureconti.it anche altri amici fotografi di Palermo. I prezzi sono competitivi. Ma un amico che aveva comprato una Nikon D7000 ha ricevuto la macchina con una settimana di ritardo. Apriti cielo! Capisco che ci sono molti ordini, a livello nazionale, da evadere e non sarà la settimana di ritardo a farmi cambiare idea. Lo consiglio per tanti accessori fotografici. PS con quella D800 ho vinto il contest fotografico Uno scatto per l'estate di Repubblica.it ;)

Subcategories